Violenza sulle donne in Veneto

Violenza sulle donne in Veneto

Violenza sulle Donne in Veneto
Il 67% delle vittime sono italiane

Un fenomeno in crescita
Allarmanti i dati dell’ultimo report regionale sulla situazione delle violenze sulle donne. La lettura dei dati ci porta ad alcune amare considerazioni:
– La fragilità e la difficoltà nel richiedere un supporto accomuna in maniera trasversale le utenti;
– Il problema colpisce il genere femminile a tutte le età.

Quali fattori fanno la differenza nella fase di richiesta d’aiuto?

– Il livello di scolarità e la cultura;
– L’eventuale indipendenza economica;
– L’autosufficienza e indipendenza affettiva;
– La presenza di figli.

Questi dati influiranno anche sull’esito degli interventi e dei progetti avviati all’interno dei rifugi.
Più fondi per sensibilizzare e potenziare le strutture
I finanziamenti saranno investiti in campagne di formazione e sensibilizzazione sul tema e all’implementazione dei servizi di secondo livello legati alla presa in carico delle utenti. I centri, già presenti, sono distribuiti in maniera capillare su tutto il territorio regionale. L’impegno e la volontà di fare qualcosa per tutte le donne costrette a vivere nel disagio e nella morsa del pericolo, spesso insieme ai propri figli, hanno contribuito in sede di bilancio a far sì che il budget dedicato arrivi ai 600 mila euro.
L’informazione e il coraggio di chiedere aiuto
Parte dei fondi saranno destinati proprio alla promozione di una società in cui non c’è posto per chi sceglie di relazionarsi prevaricando la libertà di espressione dell’Altro. Sui temi si dovrebbe discutere a scuola, in famiglia, per far sì che un bambino non diventi, nel prossimo futuro, un violento incapace di esprimere e canalizzare la rabbia o la frustrazione in modo funzionale. Allo stesso tempo è importante informare sulle attività dei Centri antiviolenza che si occupano di ascolto (telefonico, colloqui diretti) e di una prima valutazione della sua situazione. Cosa diversa la presa in carico in cui l’utente è seguita dalle operatrici del Centro con continuità attraverso un percorso personalizzato di autonomia (relazionale ed economica).

 Gli elenchi completi delle strutture e i contatti sono consultabili su http://www.regione.veneto.it/web/relazioni-internazionali/rilevazione-delle-strutture-regionali.

A proposito Dell'autore

Claudia Campisi

Claudia, 36 anni. Psicologa, Career Coach & Hr specializzata nel settore della Moda. Inevitabilmente Blogger, appassionata di lettura e alla costante ricerca di nuovi tools digitali da provare e condividere…meglio se a costo zero. Mamma di due splendidi bambini e un Beagle. Il mio motto non può che essere Smile is Chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

WhatsApp Chatta con Claudia