Video colloquio in differita le domande più frequenti

Video colloquio in differita le domande più frequenti

Come rispondere e prepararsi al meglio alle domande tipiche del video colloquio in differita

Ritorno ancora sull’argomento perché immagino ti possa essere d’aiuto per prepararti al meglio ai tuoi prossimi video colloqui in differita.

I recenti trascorsi del covid-19 hanno contribuito ad accelerare un processo di trasformazione delle tecniche e degli strumenti a disposizione di chi si occupa di recruiting.

Il video colloquio, che sia live o in differita, si è diffuso tantissimo integrandosi perfettamente con gli altri step di selezione.

come-prepararsi-al-meglio-a-un-video-colloquio-in-differita

Prepararti in modo strategico potrà fare la differenza!

Ecco di cosa ti parlerò:

  • cosa devi sapere sul video-colloquio in differita per non farti cogliere impreparato;
  • le domande più frequenti;
  • come rispondere al meglio.

Su dai mettiamoci a lavoro!

Video colloquio in differita come prepararsi al meglio

Nell’ultimo anno abbiamo assistito a una vera e propria rivoluzione HR sempre più digital, aperta alle contaminazioni con il marketing ma soprattutto con il tech e l’intelligenza artificiale.

Quando ti ho parlato per la prima volta del tema, leggi qui, in Italia le aziende che ricorrevano all’uso del video colloquio in differita erano, quasi esclusivamente, multinazionali (Lidl) o realtà impegnate su volumi di candidature significative (Ferrovie dello Stato, Esselunga).

In alcuni contesti rappresenta ancora un plus facoltativo e a discrezione del singolo candidato (Adecco, Linkedin).

A mio avviso, a giudicare dall’evoluzione che ha subito in 12 mesi e per la ricchezza di informazioni che noi recruiter raccogliamo da questo strumento, acquisirà sempre più un ruolo centrale.

Il più grande vantaggio per chi segue il processo selettivo è legato alla gestione del tempo e agli elementi che in pochi minuti puoi ottenere in modo immediato.

Per il candidato si tratta dell’opportunità di creare una relazione, seppur asincrona, per farsi conoscere con un canale dinamico e personale. Su dai non c’è paragone con il cv.

Potrà esserti utile sapere, anche per tranquillizzarti, cosa valutano i recruiter durante un video colloquio, puoi leggere qui il mio contributo sull’argomento.

le-domande-tipiche-del-video-colloquio-in-differita

Adesso però mettiamoci a lavoro e prepariamoci seriamente al tuo prossimo video colloquio in differita!

Il primo passo?

Quando il recruiter ti comunica che sarà parte integrante del processo di selezione dimostrati sereno e a conoscenza dello strumento.

Se ti chiedono a brucia pelo una definizione sappi che il video colloquio in differita è:

  • un video colloquio che non è live, dunque asincrono, in cui il candidato è da solo;
  • ogni azienda utilizza una piattaforma differente ed è lei che ti fornirà un link per accedere alla sessione di colloquio, in alcuni casi potresti dover scaricare un’App, altre, invece, sarà sufficiente collegarsi;
  • le domande potresti leggerle tutte prima, per poi rispondere ad ognuna singolarmente, o, come più spesso accade, visualizzarle in sequenza;
  • hai un tempo per ogni risposta che varia in base allo strumento o alla taratura stabilita dal selezionatore (generalmente devi rispondere in 60 secondi!);
  • non puoi ripetere la sessione del colloquio più di una volta e del resto anche nella dimensione delle live o della vita reale non puoi riavvolgere il nastro!

Adesso sai cosa ti aspetta e di fronte a un invito potrai accettare con fare fiero e determinato.

Sono qui per aiutarti e se hai domande ricorda che puoi scrivermi nei commenti.

Quali sono gli aspetti da curare nel dettaglio?

  1. i contenuti da comunicare al team HR durante il colloquio;
  2. la gestione del tempo;
  3. il tuo standing digitale, leggi qui per maggiori dettagli;
  4. il contesto in cui sosterrai la sessione;
  5. la connessione (rete).

Analizziamoli uno ad uno prima di dedicarci alla preparazione delle domande.

Se sei arrivato al colloquio lo devi al tuo cv!

video-colloquio-in-differita-le-domande-tipiche

Ma anche ai tuoi profili social che per l’occasione dovresti ricontrollare e allineare in termini di informazioni condivise e stile a quanto proposto all’interno del tuo curriculum.

Le parole chiave che non passano mai di moda sono la coerenza e l’affidabilità.

Per un candidato dare risposta a questi bisogni più o meno consci del selezionatore o della direzione aziendale non è banale ma non impossibile.

Potrai riuscirci facendo un lavoro a monte e aiutarti con queste domande:

  • chi sono? Individua 1 o 2 mansioni o job title;
  • cosa so fare bene? competenze tecniche o maturate con un’esperienza significativa nella mansione;
  • cosa vorrei fare? le attività che ti motivano maggiormente;
  • cosa potrei fare? le potenzialità ma soprattutto la disponibilità!

Tutto questo deve poter emergere dal cv. Io onestamente la vedo dura e ti consiglio di arricchire la tua faretra di più frecce implementando la tua storia professionale su Linkedin.

Se ti interessa il tema scopri qui come realizzare il cv di una sola pagina (che puoi scaricare gratuitamente) e utilizzare i social come catalizzatore di contenuti su di te e il tuo percorso.

In un video colloquio in differita dovrai essere capace di raccontarti in modo chiaro, coerente e sintetico.

Non dovrai sottovalutare in fase di preparazione l’elemento tempo.

Per rispondere a 5 domande avrai a disposizione 5 minuti!

Il consiglio?

Fai uno schema breve e veloce sui momenti salienti della tua vita lavorativa e formativa.

Prova a rileggere il tuo schema con un timer alla mano.

In quanto tempo sei riuscito a raccontarti?

Non temere appena parleremo delle domande ritorneremo sulla criticità tempo e contenuti.

L’obiettivo sarà quello di rispondere centrando la richiesta e di non rimanere tronchi a causa del passaggio al quesito successivo.

preparati-alle-domande-tipiche-del-video-colloquio-in-differita

Eccoci ora a quello che per molti è il nocciolo del problema: lo standing digitale.

Come ti ripeto sempre la finalità del video colloquio in differita non è quella di valutare le tue performance davanti a una telecamera.

Il fattore emozione non deve preoccuparti o rappresentare un limite, a mio avviso è piuttosto un valore aggiunto da considerare positivamente quale motivazione reale del candidato.

Detto questo, su cosa potrai allenarti?

  • sguardo centrato sulla webcam;
  • mimica e tono di voce;
  • gestualità e postura.

Per esercitarti utilizza il tuo smartphone o la videocamera del tuo pc.

Trova una sistemazione che inquadri beni il tuo volto possibilmente con uno sfondo a tinta unita o quanto più semplice possibile (libreria, quadro) per evitare distrazioni e ottenere la massima focalizzazione su di te.

Outfit, dress code, look, abbigliamento tutti sinonimi per dirti che dalla vita in su dovrai essere curato e adeguato alla situazione!

In video funzionano bene sia i contrasti, come il classico bianco e nero, che il colore.

Non trascurare i dettagli e trasmetti ai tuoi interlocutori quanto sia importante per te l’opportunità offerta.

Visita il portale aziendale per scoprire il mood aziendale, ma non dimenticare di rimanere fedele al tuo stile personale.

video-colloquio-in-differita-come-prepararsi-al-meglio

Mi raccomando per l’occasione isolati in una stanza priva di rumori e ben illuminata.

Verifica la qualità della tua connessione per evitare brutte sorprese durante la sessione.

Inizia provando a registrare il racconto del tuo percorso professionale.

Rivedi la registrazione e analizza tutto quello che si può migliorare:

  • cerca di mantenere un tono di voce dal volume medio, immagina di conversare con il recruiter in tempo reale;
  • siediti ben dritto sulla sedia, composto e professionale;
  • modera la gesticolazione accompagnandola ai contenuti come rafforzativo se serve.

Sii sorridente!

Nel video colloquio in differita, spesso, la concentrazione e la doverosa attenzione al timer che scorre influisce decisamente sulla mimica facciale. Prova a rilassarti e a immaginare di non essere da solo.

Questa serenità potrai ottenerla con l’allenamento.

Quindi munisciti di domande, risposte e smartphone e mettiamoci a lavoro!

Le domande tipiche del video colloquio in differita

È arrivato il momento di esercitarsi sulle domande e come avrai potuto comprendere quello che differisce molto da qualsiasi altro tipo di colloquio è il tempo a disposizione per rispondere.

Negli ultimi 12 mesi ho approfondito il tema provando le varie piattaforme e confrontandomi con le persone che ho aiutato a prepararsi a sostenere un video colloquio in differita.

Se sei interessato al servizio e vuoi allenarti con me per saperne di più contattami qui!

A riguardo ho selezionato quelle domande tipiche e più ricorrenti con le quali potresti dover fare i conti per passare allo step successivo di una selezione a cui tieni molto.

Ogni HR in base alla posizione oggetto di selezione, alle skills tecniche e relazionali ricercate, al core business aziendale decide di optare per quesiti diversi.

In effetti anche tu sulla base di ciò che ti verrà richiesto potrai raccogliere più elementi sull’azienda, i suoi valori, lo stile (es. si rivolge con il “tu” o il “lei”).

Anche io ho dovuto, in questa sede, fare delle scelte cercando di proporti le domande generalmente più frequenti.

Ecco le 5 a cui ti aiuterò a dare risposta:

  • parlami di te;
  • raccontami di un tuo successo motivo d’orgoglio;
  • perché vuoi lavorare per noi;
  • dove ti vedi tra 5 anni;
  • hai domande per noi.

Nel video colloquio in differita il tempo incide sul livello di approfondimento applicabile a ogni singolo quesito.

le-domande-più-frequenti-nel-video-colloquio-in-differita

L’azienda dovrà dosare in modo equilibrato il desiderio di conoscenza con un’attenzione doverosa al candidato e all’immagine di sé che intende rimandare.

È possibile che tu ti possa ritrovare a rispondere anche a domande volte ad indagare:

  • pregi e difetti;
  • capacità di gestire il tempo o lo stress;
  • l’esperienza a lavoro in team e su obiettivi;
  • racconti di scorci di vita professionale.

Ti aiuterò ad acquisire uno stile di risposta che potrai poi replicare in base all’argomento da trattare.

Se devi prepararti a un colloquio particolarmente importante non esitare e chiedi il mio aiuto qui!

Come rispondere alle domande più frequenti del video colloquio in differita

Adesso hai 5 domande a cui dare risposta e lo dovrai fare in 5 minuti!

1 minuto è il tempo che potrai dedicare ad ogni singola risposta pena lasciare incompleta una richiesta.

Esercitati con me!

Munisciti di carta e penna, meglio se di 2 fogli A4, e in uno trascrivi i 5 quesiti.

Sull’altro foglio inizia a rispondere.

Leggi ad alta voce quanto scritto e interpretalo proprio come se stessi parlando con qualcuno.

Lo step successivo sarà registrare in 5 video distinti.

Verifica quanto tempo hai impiegato.

Sfori di brutto?

Realizza per ogni domanda uno schema di risposta e riprova a misurare il tempo che impieghi di fronte la telecamera.

come-prepararsi-al-meglio-al-video-colloquio-in-differita

Un piccolo suggerimento per le 5 proposte:

1)            parlami di te: in un minuto dovrai comunicare su cosa sei formato, il settore professionale e le mansioni in cui hai lavorato. Metti sempre in evidenza tutto ciò che può interessare maggiormente l’azienda ed in linea con la posizione per la quale ti sei candidato.

2)            raccontami di un tuo successo motivo d’orgoglio: in base al tuo profilo scegli una situazione degna di nota che possibilmente ti è valso un riconoscimento o una gratificazione personale. Potrebbe trattarsi di un risultato di fatturato, di lavoro di squadra, un cliente soddisfatto (a te la scelta!).

3)            perché vuoi lavorare per noi: qui farai tanto la conoscenza con una preparazione accurata a monte sull’azienda e i suoi valori. Sii autentico quanto più possibile e approfitta di questa domanda per lasciar passare tutta la tua motivazione.

4)            dove ti vedi tra 5 anni: se non ti sei mai posto questa domanda sappi che è una delle più gettonate quindi preparati bene la risposta. Sii ambizioso ma anche obiettivo: da quali competenze ed expertise parti? da questa considerazione dipenderà la risposta. Non aver paura di osare, trasmetti consapevolezza nelle tue capacità.

5)            hai domande per noi: sii curioso e mai scontato. Chiedi quello che ti sta più a cuore per la tua personale valutazione dell’offerta.

Pur non volendo sembrarti ripetitiva il consiglio è di arrivare al colloquio con i profili social ben curati, coerenti con la tua esperienza e gli obiettivi professionali.

Il video colloquio in differita sarà sempre meno un’opzione, pertanto, è opportuno farlo diventare un alleato strategico per le tue prossime candidature.

Linkedin recentemente ha offerto alle aziende la possibilità di inserire nell’iter selettivo 2 domande a cui ogni candidato deve rispondere con una video presentazione (leggi qui i dettagli).

Da HR ti confermo che è uno strumento che ci consente di raccogliere informazioni molto interessanti una fra tutte la capacità di mettersi in gioco in modo naturale e autentico.

Ritornerò ancora sull’argomento quindi continua a seguirmi per saperne di più.

Annuncio pubblicitario

A proposito Dell'autore

Claudia Campisi

Claudia, 37 anni. Psicologa, Career Coach & Hr specializzata nei settori Moda & ICT. Inevitabilmente Blogger, appassionata di lettura e alla costante ricerca di nuovi tools digitali da provare e condividere…meglio se a costo zero. Mamma di due splendidi bambini e un Beagle...in arrivo anche il secondo. Il mio motto non può che essere Smile is Chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

WhatsApp Chatta con Claudia