Trova il lavoro che desideri: come diventare un professionista del Customer service

Trova il lavoro che desideri: come diventare un professionista del Customer service

Valentina Artico racconta la sua esperienza e i primi passi per fare carriera se sogni di lavorare nel customer service

Eccoci arrivati al secondo appuntamento con lo speciale dedicato alla ricerca del lavoro che desideri.
In questo contributo lascio la parola a Valentina Artico al suo esordio qui su Lavoro con Stile che ci racconterà:
* Qualche nota personale;
* La sua esperienza nella ricerca del lavoro;
* Come diventare un professionista del customer service!
Ritengo utile e d’ispirazione fare ricorso a storie vere di professionisti disponibili a parlare di sé, del proprio percorso di crescita.
Ti aspettiamo come sempre nei commenti se ti va.

Chi è Valentina Artico

Sono Valentina e amo scrivere dai tempi del diario dei Mini Pony.
Di giorno la vita ruota attorno al mio lavoro di Customer Service per l’America Latina, ma non appena combino pigiama e divano inizio a vivere la mia seconda vita scrivendo o leggendo, a volte colorando (preferibilmente Mandala, e utilizzando i pastelli). Chi mi conosce, spesso dice che avrei dovuto fare la psicologa perché trovo sempre la parola giusta, la soluzione giusta, e ascolto con attenzione chi mi sta di fronte. In realtà poi faccio parte di quel gruppo di sfigate che quando ha un problema non sa quasi mai come fare per uscirne!Nelle mie giornate dedico anche un piccolo spazio al benessere praticando pilates e yoga, ma se qualcuno mi definisce sportiva mi offendo.
Nell’epoca pre-Covid viaggiavo spesso, ora sto pazientemente aspettando che quei bei tempi ritornino per poter riprendere a scoprire l’Italia e – speriamo! – il mondo.

Trova-il-lavoro-che-desideri-come-diventare-un-professionista-nel-customer-service-valentina-artico

L’autoironia e il mio motto Sorridi alla vita fanno di me quello che sono, e mi danno il coraggio di affrontare il mondo!

Come ho trovato lavoro

Avevo quasi 16 anni quando ho sostenuto il mio primo colloquio per un lavoro stagionale, e mi sembrava tutto così bello, nuovo, mi sentivo carica. Mi aveva accompagnata mia mamma sia perché non avevo la patente, sia perché ero minorenne ed era necessaria la presenza di un genitore. Quando ho conosciuto il mio futuro datore di lavoro mi sembrava uno di noi, simpatico e molto alla mano. Il colloquio andò bene, da quell’anno fino all’ultimo anno di università avrei sempre fatto la stagione estiva come apprendista cassiera in un centro commerciale.
Negli anni successivi ho avuto numerosi colloqui e diverse esperienze lavorative tra stage, contratti di collaborazione e sostituzione maternità. Mi sono laureata nel 2012 ed il mondo del lavoro non era esattamente nel momento migliore, soprattutto per chi doveva essere affiancata da qualcuno che le insegnasse il mestiere.

Trova-il-lavoro-che-desideri-come-diventare-un-professionista-nel-customer-service-valentina

Il mio curriculum lo avevo spedito a tutte le agenzie interinali, a tutti gli annunci che trovavo interessanti, a tutte le aziende che reputavo importanti, a tutti i contatti che ricevevo tramite passaparola. Ogni volta che mi chiamavano per un colloquio mi documentavo sull’azienda, prendevo appunti, controllavo che il curriculum fosse a posto, verificavo quanto tempo ci avrei messo per raggiungere il posto così da non arrivare in ritardo, e partivo carica di speranze.
Cercare lavoro per me è stato un vero lavoro. Mi occupava giornate e settimane intere, e quante mail di risposta automatica “Grazie per averci inoltrato la tua candidatura. Ci metteremo in contatto al più presto!” ho ricevuto! Quante persone che mi avevano esaminata e che avrebbero dovuto richiamarmi non l’hanno fatto, e quando le cercavo io incredibilmente erano sempre “fuori ufficio”.

Trova-il-lavoro-che-desideri-come-diventare-un-professionista-nel-customer-service-valentina

Il mio curriculum lo avevo spedito a tutte le agenzie interinali, a tutti gli annunci che trovavo interessanti, a tutte le aziende che reputavo importanti, a tutti i contatti che ricevevo tramite passaparola. Ogni volta che mi chiamavano per un colloquio mi documentavo sull’azienda, prendevo appunti, controllavo che il curriculum fosse a posto, verificavo quanto tempo ci avrei messo per raggiungere il posto così da non arrivare in ritardo, e partivo carica di speranze.
Cercare lavoro per me è stato un vero lavoro. Mi occupava giornate e settimane intere, e quante mail di risposta automatica “Grazie per averci inoltrato la tua candidatura. Ci metteremo in contatto al più presto!” ho ricevuto! Quante persone che mi avevano esaminata e che avrebbero dovuto richiamarmi non l’hanno fatto, e quando le cercavo io incredibilmente erano sempre “fuori ufficio”.

Forse anche grazie alla positività che è dentro me ho sempre trovato del buono in tutti i colloqui sostenuti e in quelli mancati, anche quando dopo un’ora non si è presentato il datore di lavoro, anche quando nell’annuncio ricercavano “Addetta ufficio stampa” e il colloquio fu un’intervista sui miei programmi di vita (Sei fidanzata? Convivi? Vuoi dei figli? Da quanto state insieme? I tuoi genitori di che cosa si occupano? E tua sorella?).
A tratti ho pensato che trovare lavoro fosse così difficile, così snervante. E quando poi alla fine lo trovavo, c’erano tutte queste scadenze dei contratti ogni due mesi, tre mesi, sei mesi, c’era sempre quest’ansia che dalla sera alla mattina tutto poteva cambiare e potevo ritrovarmi a casa, disoccupata, senza un lavoro e senza quei colleghi con cui tanto avevo legato. Ma non mi sono mai persa d’animo, neanche quando il contratto stava per scadere e sembrava che avere 25 anni fosse lo spartiacque tra chi vuole iniziare una carriera e chi pensa alla famiglia.

Nel complesso sono comunque stata fortunata, ho sempre trovato lavoro, mantenuto buoni rapporti con ex colleghi ed ex datori di lavoro, mi sono data da fare molto ma alla fine ho avuto degli ottimi risultati. E quando finalmente, a 31 anni compiuti, ho firmato il tanto atteso contratto a tempo indeterminato, ho avuto la conferma che non bisogna arrendersi proprio mai. L’occasione giusta arriva per tutti!

Trova-il-lavoro-che-desideri-come-diventare-un-professionista-nel-customer-service-customer

Nel complesso sono comunque stata fortunata, ho sempre trovato lavoro, mantenuto buoni rapporti con ex colleghi ed ex datori di lavoro, mi sono data da fare molto ma alla fine ho avuto degli ottimi risultati. E quando finalmente, a 31 anni compiuti, ho firmato il tanto atteso contratto a tempo indeterminato, ho avuto la conferma che non bisogna arrendersi proprio mai. L’occasione giusta arriva per tutti!

Trova-il-lavoro-che-desideri-come-diventare-un-professionista-nel-customer-service-customer

Come funziona il lavoro di Customer service

Il mercato del lavoro è in continua evoluzione, ma nel 2020 più di sempre ci ha posti di fronte a dei cambiamenti epocali ai quali, forse, non eravamo pronti. La novità più grande di questo periodo è stata lo smart-working, un metodo di lavorare consolidato da anni in Europa e all’Estero, quasi completamente ignorato in Italia.
Si accorciano i tempi e le distanze, si facilita la vita a chi ha qualche difficoltà negli spostamenti, ma tutto ciò richiede anche molta flessibilità. Secondo un articolo pubblicato di recente da Il Sole 24 ore, questo 2021 sarà l’anno delle sfide: “Dobbiamo partire da noi stessi per disegnare nuovi modi di lavorare, sapendo che tecnologia e digitale forniscono gli strumenti, ma che a essere davvero smart, alla fine di tutto, sono le persone”. Probabilmente verremo convocati a colloqui che non c’entrano nulla con quello che volevamo fare o quello per cui abbiamo tanto studiato, ma essere smart significa anche essere disposti a formarci, ad imparare mansioni nuove, a scoprire nuove doti di noi che non conoscevamo e che magari non avevamo mai considerato, e che potrebbero rivelarsi la nostra enorme fortuna nel mondo del lavoro!

Trova-il-lavoro-che-desideri-come-diventare-un-professionista-nel-customer-service-customer-services

Riuscire a trovare un lavoro in un’epoca come questa non è cosa da poco, soprattutto perché la maggior parte di noi è rimasta quasi totalmente ferma per mesi ed ora si sta chiedendo “Da dove dovrei cominciare?”. E come spesso accade quando si cerca lavoro, la domanda è quasi sempre superiore all’offerta, sta a noi fare la differenza e rimetterci in gioco per un futuro diverso e migliore.
Adesso voglio raccontarti qualcosa del mio lavoro.
Come addetta al Customer Service mi occupo di inserimento ordini dalla mail del cliente al carico del materiale nei container, ricevo i reclami e cerco di reperire quante più informazioni possibili per inoltrare poi il tutto alle colleghe che se ne occuperanno per chiudere la pratica, comunico con i clienti e le consociate comunicando via chat, email e telefono.

Trova-il-lavoro-che-desideri-come-diventare-un-professionista-nel-customer-service-customer-services

Riuscire a trovare un lavoro in un’epoca come questa non è cosa da poco, soprattutto perché la maggior parte di noi è rimasta quasi totalmente ferma per mesi ed ora si sta chiedendo “Da dove dovrei cominciare?”. E come spesso accade quando si cerca lavoro, la domanda è quasi sempre superiore all’offerta, sta a noi fare la differenza e rimetterci in gioco per un futuro diverso e migliore.
Adesso voglio raccontarti qualcosa del mio lavoro.
Come addetta al Customer Service mi occupo di inserimento ordini dalla mail del cliente al carico del materiale nei container, ricevo i reclami e cerco di reperire quante più informazioni possibili per inoltrare poi il tutto alle colleghe che se ne occuperanno per chiudere la pratica, comunico con i clienti e le consociate comunicando via chat, email e telefono.

Nel mio lavoro sono indispensabili: organizzazione, intuito, pazienza.
* ORGANIZZAZIONE perché per organizzare (appunto) i carichi di materiale mi devo coordinare con la Produzione ma anche con la Logistica, e tutto deve combaciare.
* INTUITO perché quando ricevo un ordine da inserire a sistema, non sempre i codici dei prodotti sono corretti. Alcuni clienti mi scrivono a parole quello che vogliono, devo essere io a capire quale prodotto vogliono, spesso verificando gli acquisti precedenti.
* PAZIENZA perché a volte capita che durante il carico manchi qualcosa, che il cliente voglia fare un cambio all’ultimo secondo, tutte cose superabili ma con tanta, tanta pazienza.

Al mio lavoro mi sono avvicinata grazie ad un’agenzia interinale, una delle decine di agenzie che avevano il mio CV e che mi ha chiamata proprio al momento giusto. Mi hanno convocata per una sostituzione maternità, richiedevano esperienza pregressa in ufficio commerciale e conoscenza dello Spagnolo, oltre che dell’Inglese, lingua ormai data per scontata nella vita di tutti.
Richieste inoltre competenze informatiche (internet e pacchetto Office in primis).
L’ho ottenuto poi facendomi davvero in quattro. Essendo in un ufficio di sole donne e tutte madri, ed essendo io l’unica a non avere figli, ho sempre cercato di aiutarle proponendomi per cambi orari, per sostituzioni, scambiando anche le ferie se necessario. Credo che questo, oltre alla professionalità che sono certa di aver dimostrato, abbia fatto la differenza.

Trova-il-lavoro-che-desideri-come-diventare-un-professionista-nel-customer-service-valentina

Al mio lavoro mi sono avvicinata grazie ad un’agenzia interinale, una delle decine di agenzie che avevano il mio CV e che mi ha chiamata proprio al momento giusto. Mi hanno convocata per una sostituzione maternità, richiedevano esperienza pregressa in ufficio commerciale e conoscenza dello Spagnolo, oltre che dell’Inglese, lingua ormai data per scontata nella vita di tutti.
Richieste inoltre competenze informatiche (internet e pacchetto Office in primis).
L’ho ottenuto poi facendomi davvero in quattro. Essendo in un ufficio di sole donne e tutte madri, ed essendo io l’unica a non avere figli, ho sempre cercato di aiutarle proponendomi per cambi orari, per sostituzioni, scambiando anche le ferie se necessario. Credo che questo, oltre alla professionalità che sono certa di aver dimostrato, abbia fatto la differenza.

Trova-il-lavoro-che-desideri-come-diventare-un-professionista-nel-customer-service-valentina

Non basta timbrare il cartellino in orario tutti i giorni per ottenere un lavoro, o eseguire i compiti che ci vengono dati. È indispensabile dimostrare di essere curiosi e vogliosi di imparare cose nuove, anche se non perfettamente attinenti alla mansione specifica che ci viene assegnata, essere propositivi, anche un po’ elastici, e soprattutto dimostrare che scegliendo proprio noi hanno fatto la scelta giusta.
Sapevi che molte delle attività di un professionista che opera nel Customer service possono essere svolte anche da remoto?

Assistente-Virtuale-come-guadagnare-da-casa

Molte Assistenti virtuali iniziano proponendo tra i loro servizi proprio la gestione del cliente.
Segui e leggi ancora i contributi di Valentina qui su Lavoro con Stile.
Se vuoi continuare il confronto sul tema ti aspettiamo nei commenti!

Assistente-Virtuale-come-guadagnare-da-casa

Molte Assistenti virtuali iniziano proponendo tra i loro servizi proprio la gestione del cliente.
Segui e leggi ancora i contributi di Valentina qui su Lavoro con Stile.
Se vuoi continuare il confronto sul tema ti aspettiamo nei commenti!

A proposito Dell'autore

Claudia Campisi

Claudia, 37 anni. Psicologa, Career Coach & Hr specializzata nei settori Moda & ICT. Inevitabilmente Blogger, appassionata di lettura e alla costante ricerca di nuovi tools digitali da provare e condividere…meglio se a costo zero. Mamma di due splendidi bambini e un Beagle...in arrivo anche il secondo. Il mio motto non può che essere Smile is Chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

Siti amici

Cerca lavoro con Jooble

Cerca lavoro con Jobsora

 

WhatsApp Chatta con Claudia