Sesso in smart working e situazioni imbarazzanti

Sesso in smart working e situazioni imbarazzanti

Il sondaggio sesso e smart working continua ecco alcune anticipazioni e storie esilaranti

Il sondaggio continua ecco per te subito il link per partecipare e dire la tua!

Sei alla ricerca di ispirazioni o di un po’ di sana ironia?

Come sempre sei nel posto giusto.

Per te alcune piccanti anticipazioni tratte dall’indagine Sesso e Smart working nell’attesa dei risultati finali e della live.

Vuoi saperne di più? Ecco com’è nato tutto.

Mi raccomando vota nei commenti la situazione bizzarra che hai preferito o a cui potresti ispirarti!

Non perdere l’appuntamento mensile A lavoro? Vabbè. Mi sono fatta di peggio ogni secondo lunedì del mese.

Adesso mettiti comodo e sii pronto a votare!

Smart working e situazioni imbarazzanti

Come sempre nelle situazioni c’è chi può e chi aspetta l’opportunità migliore.

Abbiamo dato voce a chi ha già partecipato al sondaggio ma ricorda che sei ancora in tempo!

1-            Non facevo sesso prima del Covid…figuriamoci ora!

2-            Tutti e due in smart working: in pausa pranzo mangiamo di meno ma ci divertiamo di più.

3-            Ero in videoconferenza e non mi sono accorta che nello scaffale dietro di me c’era il lubrificante in bella vista 🙂

smart-working-e-sesso

4-            Lei mi fa una fellatio durante una call. Per cercare di dissimulare il godimento scoppio a ridere col capo sull’altra linea.

5-            Più sexting.

6-            La moglie di un collega è passata nuda sullo sfondo…

Situazioni piccanti in smart working

7-            Assemblea noiosa, mi rompevo e mi sono messo a fare sesso in cam al cellulare con la mia compagna, solo che avevo spento la telecamera ma mi ero scordato di mettere il muto. Fortunatamente me ne sono accorto quasi subito e, siccome non ero l’unico smutato, non hanno capito che ero io (e ancora non avevo detto cose troppo spinte o fatto versi strani… Le ho solo detto: “Ce l’ho già bello pronto”, un collega ha chiesto: “Chi è che è pronto?” ed è morta lì). Io avevo le cuffie quindi fortunatamente nessuno ha sentito quello che mi diceva lei.

8-            Mi piace farle il cunnilingus mentre è in diretta e magari le tocca anche parlare!

Pronto a dire la tua?

Sei ancora in tempo: fai il sondaggio!

Al prossimo appuntamento qui su Lavoro con Stile!

situazioni-bizzarre-in-smart-working

A proposito Dell'autore

Vabbè mi sono fatta di peggio

Laura Scaini e Giulia Nardo. “Coinquiline ai tempi dell’università, nei vari anni di convivenza hanno accumulato esperienze di vario genere. Ogni volta che una raccontava all’altra l’ennesimo fallimento che la vedeva protagonista, quest’ultima commentava: Vabbè, che sarà mai, ti sei fatta di peggio!”. Laura vive nella città che adora, Bologna, fin dai tempi dell’Università. Nella vita di tutti i giorni è un’entusiasta impiegata di una compagnia di assicurazioni sanitarie. Giulia vive e lavora a Praga in una Corporate. Nel suo cuore ci sarà sempre un posto speciale per Bologna. Insieme sono Vabbè. Mi sono fatta di peggio che è una Community ma anche un libro pazzesco da leggere. Qui su Lavoro con Stile per aiutarci ad affrontare con ironia la vita e le relazioni in ufficio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

Siti amici

Cerca lavoro con Jooble

Cerca lavoro con Jobsora

 

WhatsApp Chatta con Claudia