Recensione libro Homo Deus: breve storia del futuro

Recensione libro Homo Deus: breve storia del futuro

Sarà fondamentale comprendere da chi e da cosa sarà influenzato il futuro

“Nella primavera del 1924 il genere umano stavo procedendo a tutta velocità sull’autostrada liberale, quando ha imboccato una strada sbagliata ed è finito in un vicolo cieco. Ci sono voluti otto decenni e tre spaventose guerre globali per ritornare sull’autostrada.” Con queste parole l’autore ancora una volta mette in evidenza la sua capacità di analisi e la sua voglia di indurre al pensiero critico.

Effettivamente il futuro ha sempre esercitato un certo fascino!

Qui su Lavoro con Stile cerchiamo di immaginarlo affidandoci alla guida sapiente dei libri.

Qual è la tua opinione a riguardo?

Ti aspetto come sempre nei commenti se ti va…

21-lezioni-per-il-XXI-secolo-autore

“Homo Deus” è un saggio che segue un capolavoro come quello di sapiens e ne precede ancora un altro, “21 Lezioni per il XX! Secolo”.

L’obiettivo questa volta è totalmente differente: abbiamo guardato al passato, lo abbiamo analizzato ma  adesso dobbiamo rivolgere la nostra attenzione al futuro.

21-lezioni-per-il-XXI-secolo-autore

“Homo Deus” è un saggio che segue un capolavoro come quello di sapiens e ne precede ancora un altro, “21 Lezioni per il XX! Secolo”.

L’obiettivo questa volta è totalmente differente: abbiamo guardato al passato, lo abbiamo analizzato ma  adesso dobbiamo rivolgere la nostra attenzione al futuro.

Sarà fondamentale comprendere da cosa e da chi sarà condizionato il nostro futuro. 

Probabilmente dall’introduzione di nuove tecnologie, dall’assedio di nuove religioni, dal cambiamento della società o dalla contaminazione positiva delle nuove culture.

Breve trama Homo Deus: breve storia del futuro

Ed è proprio questo lo scopo che l’Autore vuole raggiungere con lo scorrere delle pagine del suo libro, che crea non poche aspettative dalle parole che lo introducono:

“Nella seconda metà del XX secolo l’umanità è riuscita in un’impresa che per migliaia di anni è parsa impossibile: tenere sotto controllo carestie, pestilenze e guerre. Oggi è più probabile che l’uomo medio muoia per un’abbuffata da McDonald’s piuttosto che per la siccità, il virus Ebola o un attacco di al-Qaida. Nel XXI secolo, in un mondo ormai libero dalle epidemie, economicamente prospero e in pace, coltiviamo con strumenti sempre più potenti l’ambizione antica di elevarci al rango di divinità, di trasformare “Homo sapiens” in “Homo Deus”. E allora cosa accadrà quando robotica, intelligenza artificiale e ingegneria genetica saranno messe al servizio della ricerca dell’immortalità e della felicità eterna? Harari racconta sogni e incubi che daranno forma al XXI secolo in una sintesi audace e lucidissima di storia, filosofia, scienza e tecnologia, e ci mette in guardia: il genere umano rischia di rendere sé stesso superfluo. Saremo in grado di proteggere questo fragile pianeta e l’umanità stessa dai nostri nuovi poteri divini?”

“Nella seconda metà del XX secolo l’umanità è riuscita in un’impresa che per migliaia di anni è parsa impossibile: tenere sotto controllo carestie, pestilenze e guerre. Oggi è più probabile che l’uomo medio muoia per un’abbuffata da McDonald’s piuttosto che per la siccità, il virus Ebola o un attacco di al-Qaida. Nel XXI secolo, in un mondo ormai libero dalle epidemie, economicamente prospero e in pace, coltiviamo con strumenti sempre più potenti l’ambizione antica di elevarci al rango di divinità, di trasformare “Homo sapiens” in “Homo Deus”. E allora cosa accadrà quando robotica, intelligenza artificiale e ingegneria genetica saranno messe al servizio della ricerca dell’immortalità e della felicità eterna? Harari racconta sogni e incubi che daranno forma al XXI secolo in una sintesi audace e lucidissima di storia, filosofia, scienza e tecnologia, e ci mette in guardia: il genere umano rischia di rendere sé stesso superfluo. Saremo in grado di proteggere questo fragile pianeta e l’umanità stessa dai nostri nuovi poteri divini?”

Perchè Homo Deus: breve storia del futuro è un libro da leggere

L’Autore suddivide il suo saggio in 3 parti seguendo una linea immaginaria che porta l’Homo Sapiens dalla conquista del mondo alla perdita del suo controllo.

La disquisizione sul nuovo programma dell’umanità introduce la dissertazione sulle 3 parti del saggio e mette in evidenza in maniera stilisticamente articolata, ma fluida, come l’umanità si presenti all’alba del III millennio.

La prima parte porta l’Homo Sapiens alla conquista del mondo e viene introdotta attraverso una riflessione dell’autore:

“Qual è la differenza tra gli umani e gli altri animali? Come ha fatto la nostra specie a conquistare il mondo? Homo sapiens è una forma di vita effettivamente superiore o soltanto il bulletto del quartiere?”

Homo-Deus-breve-storia-del-futuro

La prima parte porta l’Homo Sapiens alla conquista del mondo e viene introdotta attraverso una riflessione dell’autore:

“Qual è la differenza tra gli umani e gli altri animali? Come ha fatto la nostra specie a conquistare il mondo? Homo sapiens è una forma di vita effettivamente superiore o soltanto il bulletto del quartiere?”

Homo-Deus-breve-storia-del-futuro

“Quale genere di mondo hanno creato gli umani? In che modo gli umani si sono persuasi che non solo controllando il mondo ma anche gli danno senso? In che modo l’umanesimo-la venerazione del genere umano-è diventata la religione più importante?” Questo passo invece introduce la seconda parte che spiega in che modo l’Homo Sapiens dà un senso al mondo.

Homo-Deus-breve-storia-del-futuro

“Quale genere di mondo hanno creato gli umani? In che modo gli umani si sono persuasi che non solo controllando il mondo ma anche gli danno senso? In che modo l’umanesimo-la venerazione del genere umano-è diventata la religione più importante?” Questo passo invece introduce la seconda parte che spiega in che modo l’Homo Sapiens dà un senso al mondo.

Homo-Deus-breve-storia-del-futuro

A seguito della rivoluzione umanistica, infine, l’Homo sapiens perde il controllo: ciò viene chiaramente descritto nella parte terza del saggio che HARARI introduce così:

gli umani possono continuare a governare il mondo e a dargli un senso? In che modo la biotecnologia è l’intelligenza artificiale minacciano l’umanesimo? Chi potrebbe raccogliere l’eredità del genere umano e quale nuova religione potrebbe prendere il posto dell’umanesimo?”

Homo-Deus-breve-storia-del-futuro

A seguito della rivoluzione umanistica, infine, l’Homo sapiens perde il controllo: ciò viene chiaramente descritto nella parte terza del saggio che HARARI introduce così:

“gli umani possono continuare a governare il mondo e a dargli un senso? In che modo la biotecnologia è l’intelligenza artificiale minacciano l’umanesimo? Chi potrebbe raccogliere l’eredità del genere umano e quale nuova religione potrebbe prendere il posto dell’umanesimo?”

Homo-Deus-breve-storia-del-futuro

Il saggio si conclude con l’immaginazione di una distopia dove una macchina capace di prendere il sopravvento sull’intelletto umano è diventata ormai reale e tutto il resto del mondo è cambiato.

Un finale che francamente non mi aspettavo!

Vuoi leggere altri contributi dell’Autore? trovi qui la recensione di 21 Lezioni per il XXI secolo!

Se invece hai voglia di continuare il confronto ti aspetto come sempre nei commenti se ti va.

Buona lettura!

Annuncio pubblicitario

A proposito Dell'autore

Claudia Campisi

Claudia, 37 anni. Psicologa, Career Coach & Hr specializzata nei settori Moda & ICT. Inevitabilmente Blogger, appassionata di lettura e alla costante ricerca di nuovi tools digitali da provare e condividere…meglio se a costo zero. Mamma di due splendidi bambini e un Beagle...in arrivo anche il secondo. Il mio motto non può che essere Smile is Chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

Siti amici

Cerca lavoro con Jooble

Cerca lavoro con Jobsora

 

WhatsApp Chatta con Claudia