Lettera di presentazione, come scriverla?

Lettera di presentazione, come scriverla?

Cosa scrivere? Segui il mio schema.

La lettera di presentazione, all’interno del recruiting tradizionale, ha ricoperto un ruolo fondamentale, per la qualità delle informazioni, meno tecniche rispetto a quelle contenute nel cv e perché in grado di trasferire elementi legati alla sfera più personale del candidato. In alcuni annunci di lavoro, ancora oggi, le aziende ne fanno richiesta esplicita. Probabilmente perché giungono molte candidature “anonime”, in cui viene allegato esclusivamente un cv.

A mio avviso non si può affidare l’esito di una candidatura al solo cv. Ogni strumento ha la sua funzione. Integrare più elementi con caratteristiche e obiettivi differenti trasmette a chi ci legge: cura, qualità e motivazione.

Chi è alla ricerca del lavoro, spesso, fa riferimento, infatti, al numero di cv inviati…e la lettera di presentazione? Vale ancora la pena corredare, le proprie candidature, con una breve lettera di presentazione? Sì, scegli il formato più adatto, i contenuti e ricorda di personalizzarla. Sempre!

Cosa scrivere? Segui il mio schema e poi prova i 3 Formati vincenti per proporre il tuo cv alle Aziende!

 

INTESTAZIONE E DATA AGGIORNATA

Inserisci i riferimenti relativi al tuo Nome e Cognome e alla data in cui scrivi.

DATI PERSONALI AGGIORNATI

Inserisci i dati di domicilio e i contatti (mail e telefonici) per farti raggiungere agevolmente.

FRASE D’INGRESSO

Personalizzala sempre in base a CHI ti rivolgi: referente diretto o azienda. Te ne propongo una per iniziare: “Spett.le LavoroConStile,

sono Claudia Campisi, in riferimento alla mia candidatura di “contributor”, vi scrivo alcune note per integrare le informazioni presenti sul mio cv”.

 

SINTESI PERCORSO FORMATIVO E PROFESSIONALE IN LINEA ALLA POSIZIONE OGGETTO DI RICERCA

Scegli di inserire le informazioni più in linea con le caratteristiche e competenze richieste per ricoprire la posizione per la quale ti stai candidando.

SOFT SKILLS

Introduci il tema delle soft skills con una frase del tipo: “Le soft skills che più mi rappresentano…” e procedi con un elenco puntato. Non supererei le 5 competenze! Dunque, sceglile bene!

CONCLUSIONI

Usa questo spazio per trasferire la motivazione e la disponibilità all’impiego per la posizione oggetto di ricerca.

 

3 Formati vincenti per proporre il tuo cv alle Aziende

  1. Lettera di Presentazione – documento allegato. Quando invii una candidatura attraverso la mail puoi, in base al tipo di posizione o alle richieste dell’Azienda, realizzare una lettera di presentazione da proporre nella formula dell’allegato. Questa modalità ti consente di puntare alla qualità e distinguerti, data la maggiore libertà, attraverso la scelta di un tuo stile e dei contenuti. Crea una tua carta intestata con una struttura ordinata, colorata che consenta un accesso rapido ai tuoi dati personali e veicoli il tuo gusto e l’attenzione al dettaglio. Segui uno schema logico nel trasferire le informazioni. Inizia dal tuo nome e cognome, la tua professione e introduci il tema dell’interesse per la posizione oggetto di ricerca. Rendi più leggibile il documento. Definiti i contenuti, agevola la lettura ricorrendo a una divisione a blocchi e se serve utilizza gli elenchi puntati. Sii breve e sintetico! Le Conclusioni, da non dimenticare, ti aiuteranno a sottolineare elementi quali la disponibilità e la motivazione. Non trascurarle!
  2. Email di Presentazione. Hai deciso di non allegare la tua lettera. Perfetto, non ci resta che giocarci tutto in 12/15 righe. Eh sì. In una mail la sinteticità, la leggibilità e l’andare dritti al punto sono fondamentali. Ti confesso che è la formula che preferisco! Segui e riadatta lo schema proposto sopra. Per i dati sarebbe fantastico se tu riuscissi a creare una tua firma di posta elettronica con il riepilogo dati personali e informazioni di contatto. Inizia sempre con la frase d’ingresso e poi inserisci una sintesi del tuo percorso professionale con un focus al presente, a ciò di cui ti occupi oggi. Salta le soft skills e punta tutto sulle conclusioni: motivazione e disponibilità!
  3. Per le candidature su Portali aziendali. Quando non è possibile allegare un documento, generalmente, è presente uno spazio per le note personali. Non trascurare questa opportunità! Ti consiglio di utilizzare il testo della mail, date le caratteristiche simili (numero limitato di caratteri, testo asciutto e scarsamente personalizzabile).

    Gli errori da non commettere MAI!

    • Inviare modelli standard non personalizzati e uguali per tutti;
    • Inserire i dati personali non aggiornati (data d’invio, da modificare sempre);
    • Inserire i riferimenti di contatto non aggiornati (verificateli sempre!);
    • Errori grossolani di grammatica e/o ortografia, refusi legati a invii precedenti.

       

      La Lettera di Presentazione nei suoi 3 formati fa parte del nostro Standing!

      E’ il modo con il quale ci presentiamo e lo strumento con il quale il nostro interlocutore si forma la sua prima impressione su di noi. Non sprecare quest’opportunità.

      Le aziende ricercano un candidato che entri velocemente in partita e si integri con la cultura e lo stile aziendale. Non improvvisare, informati sull’azienda e comincia a parlare la sua lingua nel cv come nella lettera di presentazione.

      Evitate tutto quello che può farvi apparire poco attenti, demotivati. Rileggete sempre il tutto e affidatevi a un terzo di fiducia per la revisione finale.

A proposito Dell'autore

Claudia Campisi

Claudia, 36 anni. Psicologa, Career Coach & Hr specializzata nel settore della Moda. Inevitabilmente Blogger, appassionata di lettura e alla costante ricerca di nuovi tools digitali da provare e condividere…meglio se a costo zero. Mamma di due splendidi bambini e un Beagle. Il mio motto non può che essere Smile is Chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

WhatsApp Chatta con Claudia