Lenti da vista blue blocker per chi lavora tante ore al pc: funzionano?

Lenti da vista blue blocker per chi lavora tante ore al pc: funzionano?

Opinioni su lenti da vista blue blocker

Quante ore passi al pc al giorno?
Dí la verità, hai perso il conto!
Ti capisco perfettamente.
Lavorare per ore a tabelle, testi, filmati, immagini partecipando ad altrettante video call non è che sia salutare per i nostri occhi.
Ci sono alternative?! Direi proprio nessuna!
Per non parlare di quanto ci piace e siamo “costretti” data la pandemia a vivere le nostre relazioni in larga misura online.
Idem shopping e acquisti di vario genere.

A dicembre ho avuto un grosso stop dettato proprio da un problema molto invalidante agli occhi.
Così confrontandomi con amici e colleghi, ricorrendo a 2 oculisti, e provandole tutte eccomi a raccontarti delle lenti blue blocker.
A te poi come sempre la scelta.
Se vuoi continuare a confrontarti sul tema ti aspetto come sempre nei commenti se ti va.

A dicembre ho avuto un grosso stop dettato proprio da un problema molto invalidante agli occhi.
Così confrontandomi con amici e colleghi, ricorrendo a 2 oculisti, e provandole tutte eccomi a raccontarti delle lenti blue blocker.
A te poi come sempre la scelta.
Se vuoi continuare a confrontarti sul tema ti aspetto come sempre nei commenti se ti va.

Come proteggere gli occhi se trascorri molte ore al pc

Non importa quale sia il focus della tua attività in questa dimensione lavorativa on life trascorriamo tutti, indistintamente, tantissime ore davanti al pc, a monitor e come se non bastasse a guardare i mini schermi dei nostri smartphone.
Siamo tutti accomunati, potenzialmente, da quelli che una volta erano i rischi dei cosiddetti “terminalisti”, ovvero, quei professionisti identificati con l’aspetto core della loro occupazione: lo stare continuativamente davanti a un computer.
Proprio a dicembre ho avuto un grave problema agli occhi e mi sono trovata in profonda difficoltà.

Mi sono sottoposta a più visite oculistiche chiaramente ma tra i vari consigli che ho ricevuto da colleghi e conoscenti c’è stato anche quello di fare ricorso alle lenti da vista anti blu.
Da qui l’idea di approfondire il tema prima per curiosità personale e poi di condividerlo con te.

Lenti-blue-blocker-per-chi-lavora-al-pc-oculista

Partirei dallo spiegarti cos’è la luce blu: “è una radiazione elettromagnetica dello spettro visibile che è compresa tra i 380 e i 500 nm che è particolarmente dannosa tra i 390 e i 455 nm. Questa luce, infatti penetra il cristallino e raggiunge e danneggia la retina e con il tempo può provocare danni irreversibili agli occhi. É pericolosa in particolar modo per i bambini, i ragazzi in pubertà, per coloro i quali passano più di 6 ore davanti agli schermi e per gli anziani che hanno subito interventi agli occhi” tratto da Pixelkura.

Lenti-blue-blocker-per-chi-lavora-al-pc-disturbi

Quello che ancora non è del tutto chiaro è quali siano le effettive conseguenze della luce blu sui nostri occhi.
Sappiamo indubbiamente che trascorrere molte ore al pc spesso comporta:
* occhi irritati;
* secchezza oculare (minore lacrimazione);
* stanchezza visiva;
* mal di testa;
* disturbi dell’addormentamento e del sonno;
* può peggiorare difetti visivi pregressi.

Non essendoci delle evidenze su conseguenze peggiori non volendo sottovalutare il problema possiamo nel frattempo assumere delle precauzioni comportamentali:
* usare i dispositivi elettronici assicurandosi che vi sia una sufficiente illuminazione;
* non usare dispositivi elettronici prima di dormire oppure a letto;
* fare delle pause regolari almeno di 10 minuti ogni 2 ore;
* usare occhiali da vista con una corretta gradazione;
* provare le lenti blue blocker!
Adesso che abbiamo definito la possibile applicazione se ti va continua a leggere per scoprire la mia opinione e vedere cosa offre il mercato a riguardo.

Opinione personale sulle lenti blue blocker

Non ti fermi a riflettere su un problema finché non ti riguarda da vicino.
È un po’ quello che è successo a me!
Un problema terribile agli occhi, una fotosensibilità che mi ha accompagnato per circa due mesi.
Questa condizione di malessere e impossibilità a stare davanti uno schermo mi ha fatto rivedere i miei ritmi al pc, allo smartphone ma anche davanti alla TV.
Parlando e confrontandomi con amici, colleghi e specialisti mi sono imbattuta nelle lenti blue blocker.

Lenti-blue-blocker-per-chi-lavora-al-pc-lenti

Chi le usa le consiglia, gli addetti ai lavori non si esprimono in modo netto.
Sarà un placebo?
Ti confesso che non avendo un difetto di vista grave ho preferito acquistare una lente senza gradazione e ciò ha ridotto notevolmente il mio investimento economico.
Ho acquistato un modello Contacta e mi trovo benissimo.
Molti brand hanno introdotto nella loro offerta di modelli: da lettura, da gaming, da sport.

Esistono tantissimi modelli te ne metto in evidenza qualcuno qui di seguito.

Questa è chiaramente la mia esperienza personale.
Dal momento che trascorro davvero tante ore al pc ho deciso di proteggermi con alcune BUONE ABITUDINI:
* occhiali blue blocker…con una montatura carina!
* collirio per occhio secco;
* pause da 5 minuti ogni ora lontana da schermi parlo al plurale comprendendo anche quello dello smartphone;
* esercizi e massaggi a occhi chiusi;
* la sera dal letto non tocco più nulla.
E tu hai delle abitudini da condividere o consigliare?
Ti aspetto come sempre nei commenti se ti va.

A proposito Dell'autore

Claudia Campisi

Claudia, 37 anni. Psicologa, Career Coach & Hr specializzata nei settori Moda & ICT. Inevitabilmente Blogger, appassionata di lettura e alla costante ricerca di nuovi tools digitali da provare e condividere…meglio se a costo zero. Mamma di due splendidi bambini e un Beagle...in arrivo anche il secondo. Il mio motto non può che essere Smile is Chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

Siti amici

Cerca lavoro con Jooble

Cerca lavoro con Jobsora

 

WhatsApp Chatta con Claudia