Il Lavoro e la Mobilità all’Estero

Il Lavoro e la Mobilità all’Estero

Il lavoro e la mobilità all’Estero rappresentano un’opportunità di crescita personale e professionale che negli ultimi 10 anni hanno dato luogo a progetti accademici di studio e tirocini presso le università internazionali. L’Erasmus ne è un esempio di successo.

Lavoro alla pari

Un’altra formula è rappresentata dallo scambio culturale e il lavoro alla pari, che in alcune nazioni come il Regno Unito, rappresentano un’opportunità compatibile a un target non esclusivamente under 30.

Il convegno

Giovedì 28 Marzo il Comune di Verona in partnership con l’agenzia FollowthExperience propone a riguardo un incontro “Lavorare alla pari in Europa” con l’obiettivo di fornire alcuni elementi utili per valutare questo tipo di opportunità all’Estero.

28 Marzo l’incontro “Lavorare alla pari in Europa”

L’incontro rivolto a un pubblico tra i 17 e i 30 anni sarà tenuto dagli operatori del servizio di promozione del lavoro del Comune di Verona e dell’agenzia FollowthExperience. Si affronterà il tema del lavoro alla pari. Saranno condivisi i vantaggi dell’opportunità di vivere una simile esperienza e forniti alcuni consigli. I candidati devono vantare una conoscenza almeno di base della lingua del paese ospitante e maturato esperienze nella cura di minori. Alcuni dati possono variare in riferimento alla normativa del paese ospitante pur regolamentati in ambito europeo.

I vantaggi di un’esperienza di lavoro alla pari

La scelta di intraprendere un’esperienza di lavoro alla pari può essere determinata da alcuni benefici. Ad esempio l’opportunità di apprendere una lingua straniera, conoscere cultura, usi e costumi diversi, acquisire una discreta autonomia in termini di mobilità internazionale. Sul piano economico si potrà godere di vitto e di alloggio gratuito e di una paga settimanale in base al monte ore di lavoro concordato con la famiglia.

Lavoro Estivo

Il lavoro alla pari data ben si presta come lavoro estivo. E’ possibile organizzare il soggiorno all’Estero tra i 2 e i 12 mesi. Il lavoratore alla pari, occupandosi della cura dei bambini e di piccole faccende domestiche, parteciperà attivamente alla vita della comunità. Sul contratto saranno specificati tutti i dettagli.

Candidatura lavoro alla pari

Durante l’incontro promosso dal Comune di Verona giovedì 28 Marzo saranno forniti i principali riferimenti per procedere alla presentazione delle candidature. A questo punto non resta che preparare il Curriculum Vitae valorizzando al meglio le esperienze e le caratteristiche personali più in linea. Trattandosi in questo caso di una figura di baby-sitting potranno essere segnalate esperienze maturate in famiglia, volontariato e attività compatibili. Affidarsi a un’agenzia o a un’associazione specializzata in scambi culturali può rappresentare la soluzione ideale.

A proposito Dell'autore

Claudia Campisi

Claudia, 36 anni. Psicologa, Career Coach & Hr specializzata nel settore della Moda. Inevitabilmente Blogger, appassionata di lettura e alla costante ricerca di nuovi tools digitali da provare e condividere…meglio se a costo zero. Mamma di due splendidi bambini e un Beagle. Il mio motto non può che essere Smile is Chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

WhatsApp Chatta con Claudia