Fondo nuove competenze come funziona

Fondo nuove competenze come funziona

In attesa del decreto attuativo cosa sapere per richiedere i finanziamenti del Fondo nuove competenze

Perché si parla così tanto del Fondo nuovo competenze?

Te lo spiego in questa breve Worknews, con l’obiettivo di farti considerare tale forma d’aiuto, se hai a cuore la tua azienda e la sua competitività sul mercato.

Introdotto con l’art. 88 del Decreto Rilancio (puoi consultarlo qui) è ancora in fase di attuazione ma vanta già di un importante budget di spesa incrementato ulteriormente con il più recente Decreto n.104 del 14 Agosto 2020 (leggi qui i dettagli).

Prolungato anche il termine dello stanziamento affinché possa essere utilizzato anche nel 2021.

fondo-nuove-competenze-2020-come-funziona

730 milioni a disposizione delle imprese sottoforma di aiuti alla ripartenza intesa come investimento sulle proprie risorse umane.

I costi della manovra sono stati fatti rientrare nel Programma Operativo Nazionale SPAO (sistemi di politiche attive per l’occupazione).

La gestione operativa sarà, infatti, a carico dell’ANPAL.

Chi può accedere al fondo nuove competenze

Tutti i datori di lavoro delle aziende private che hanno sospeso il ricorso alla cassa integrazione possono accedere al Fondo nuove competenze.

Perché scegliere di aderirvi?

Ecco i vantaggi:

1) Azienda:

  • ottiene una riduzione del costo del lavoro per ogni dipendente coinvolto;
  • forma e aggiorna il proprio personale senza costi aggiuntivi;
  • evita il ricorso alla cassa integrazione motivando i dipendenti rispetto agli obiettivi di ripartenza e crescita.

2) Lavoratori:

  • percepiscono la stessa retribuzione, a parità di orario, riorganizzato sulla base degli impegni formativi e del lavoro;
  • formazione specifica finalizzata all’aggiornamento e alla riqualificazione professionale all’interno dello stesso monte ore settimanale.

Si tratterà, comunque, di un accordo contrattuale di secondo livello (dunque locale e non su scala nazionale), su adesione volontaria, tra le aziende e i propri dipendenti mediato dalle sigle sindacali.

In attesa del decreto attuativo e della possibilità di procedere con la richiesta e la stipula degli accordi le aziende con i loro HR in testa sono impegnate ad analizzare i bisogni formativi dei propri dipendenti per non perdere questa grande opportunità.

fondo-nuove-competenze-per-rilanciare-le-imprese

Occhi puntati, dunque, sul portale ANPAL!

Se ti va di confrontarti sull’argomento e dirmi cosa ne pensi puoi farlo nei commenti.

Ti aspetto!

Annuncio pubblicitario

A proposito Dell'autore

Claudia Campisi

Claudia, 37 anni. Psicologa, Career Coach & Hr specializzata nei settori Moda & ICT. Inevitabilmente Blogger, appassionata di lettura e alla costante ricerca di nuovi tools digitali da provare e condividere…meglio se a costo zero. Mamma di due splendidi bambini e un Beagle...in arrivo anche il secondo. Il mio motto non può che essere Smile is Chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

Siti amici

Cerca lavoro con Jooble

Cerca lavoro con Jobsora

 

WhatsApp Chatta con Claudia