Decreto agosto tutto su lavoro e misure economiche

Decreto agosto tutto su lavoro e misure economiche

Sintesi del Decreto agosto per il rilancio dell’economia italiana approvato e in fase di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

Aspettando l’ufficialità e la pubblicazione del DCPM sulla Gazzetta Ufficiale ho pensato di metterti a disposizione una sintesi, che trovi nella sezione delle Worknews di Lavoro con Stile, per riflettere sulle novità introdotte dal Decreto.

Questo anche per cominciare a scaldare i motori qualora vi fossero delle opportunità di cui poter beneficiare direttamente.

Dichiarati nello stesso comunicato anche i numeri sulle assunzioni previste nell’istruzione pubblica per il prossimo anno scolastico 2020/2021.

Con questo provvedimento il Governo immetterà ulteriori 25 miliardi di euro, da investire nel percorso di ripresa dalle conseguenze negative della pandemia Covid-19.

Il focus del contributo sarà chiaramente su tutte quelle forme di aiuto e sostegno dedicate a:

  • famiglie;
  • liberi professionisti e autonomi;
  • imprese.

Spero che possa esserti utile e se ti va ti aspetto nei commenti per parlarne insieme.

Lavoro e sostegno per la riqualificazione professionale

Le novità che riguardano più specificamente il mondo del lavoro sono:

1) Agevolazioni fiscali e indennità a sostegno del reddito:

  • sarà introdotto uno sgravio del 30 % sui contributi pensionistici per le aziende situate nelle aree svantaggiate, con l’obiettivo di stimolare la crescita e l’occupazione;
  • sono previsti ulteriori 400 euro per il reddito di emergenza per le famiglie più bisognose;
  • prorogate per ulteriori due mesi la Naspi e l’indennità “DIS-COLL” per i collaboratori coordinati e continuativi il cui periodo di fruizione termini nel periodo compreso tra il 1° maggio 2020 e il 30 giugno 2020;
  • estese le indennità a nuove categorie di lavoratori: 1.000 euro per gli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo e per altre tipologie di impiego (spettacolo, dipendenti stagionali appartenenti ad altri settori, gli intermittenti e gli incaricati di vendite a domicilio). Si prevede un’indennità di 600 euro per i lavoratori marittimi e gli stagionali sportivi.
cassa-integrazione-novità-decreto-agosto

2) Cassa integrazione: prolungati per un massimo di diciotto settimane complessive i trattamenti di cassa integrazione ordinaria, assegno ordinario e cassa integrazione in deroga previsti per l’emergenza. Importante novità: per le aziende che non ricorreranno alla cassa integrazione verrà riconosciuto l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali per un massimo di quattro mesi, entro il 31 dicembre 2020. Fino a tale data, vengono inoltre escluse dal versamento dei contributi previdenziali, per un massimo di sei mesi dall’assunzione, le aziende che assumono lavoratori subordinati a tempo indeterminato, in presenza di un aumento dell’occupazione netta.

3) Blocco procedure di licenziamento: resta precluso l’avvio delle procedure di licenziamento individuali e restano sospese quelle avviate dopo il 23 febbraio 2020. Il blocco riguarda anche le procedure di licenziamento collettivo. Queste disposizioni non si applicano in caso di licenziamenti motivati dalla cessazione definitiva dell’attività dell’impresa.

4) Contratti tempo determinato: è confermata la possibilità di rinnovare o prorogare, per un periodo massimo di 12 mesi (permane il limite complessivo di 24 mesi) e per una sola volta, i contratti di lavoro subordinato a tempo determinato anche in assenza di causale.

5) Aggiunti altri 500 milioni di euro al Fondo nuove competenze: istituito nel Decreto Rilancio favorisce la stipula tra le parti sociali di contratti collettivi aziendali o territoriali per convertire temporaneamente una parte dell’orario di lavoro in formazione professionale finanziata dallo Stato. Un’alternativa alla cassa integrazione che investe sulle competenze dei propri lavoratori rendendoli pronti alle nuove richieste del mercato e più competitivi.

6) Assunzioni personale scolastico: con l’obiettivo di dare copertura ai posti vacanti. Numeri da capogiro:

  • 84.808 unità di personale docente;
  • 472 unità di insegnanti di religione cattolica;
  • 91 unità di personale educativo;
  • 11.323 unità di personale ATA, di cui n. 532 destinate alla trasformazione a tempo pieno di contratti a tempo parziale e n. 11 a tempo parziale;
  • 529 dirigenti scolastici.
assunzioni-scuola-2020-decreto-agosto

Aiuti e finanziamenti alle imprese

Da segnalare il rifinanziamento di alcuni strumenti di supporto alle imprese:

  • 64 milioni per la “nuova Sabatini”;
  • 500 milioni per i contratti di sviluppo;
  • 200 milioni per il Fondo per la salvaguardia dei livelli occupazionali e la prosecuzione dell’attività di impresa;
  • 50 milioni per il voucher per l’innovazione; 950 milioni per il Fondo Ipcei per il sostegno alle imprese che partecipano alla realizzazione di importanti progetti di interesse europeo;
  • 7,8 miliardi di euro (per il triennio 2023-24-25) il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, per favorire l’accesso al credito attraverso la concessione di una garanzia pubblica. Sempre per le p.m.i. è prorogata anche la moratoria su prestiti e mutui: dal 30 settembre 2020 il termine viene esteso al 31 gennaio 2021 (al 31 marzo 2021 per le imprese del comparto turistico).
  • super incentivati gli acquisti effettuati con forme di pagamento elettroniche, nell’ambito del “piano cashless”, con uno stanziamento di 1,75 miliardi di euro per il 2021 per il rimborso di una parte degli acquisti effettuati con queste modalità di pagamento.
aiuti-alle-imprese-del-turismo-ristorazione-cultura

Il Decreto agosto introdurrà ulteriori fondi per i settori del turismo, della ristorazione e della cultura.

Tra le agevolazioni più interessanti la possibilità di usufruire del credito di imposta del 60% del canone di locazione o leasing o concessione; l’esonero dal pagamento della seconda rata dell’Imposta municipale unica (IMU) 2020 per alcune categorie di immobili e strutture turistico-ricettive, gli immobili per fiere espositive, manifestazioni sportive, quelli destinati a discoteche e sale da ballo, gli immobili destinati a cinema e teatri. Questi ultimi vengono esonerati dal pagamento dell’IMU anche per il 2021 e il 2022.

I finanziamenti a nuove categorie ammontano a:

  • 400 milioni di euro sono stanziati per contributi a fondo perduto, invece, a favore degli esercenti dei centri storici che abbiano registrato a giugno 2020 un calo del 50% del fatturato rispetto allo stesso mese del 2019. Il contributo minimo è di 1.000 euro per le persone fisiche e di 2.000 per i soggetti diversi.
  • 265 milioni di euro per il 2020 riguarderà il fondo per sostenere il comparto delle agenzie di viaggio, tour operator e guide turistiche.
  • 180 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021 per il credito d’imposta per la riqualificazione e i miglioramenti effettuati dalle imprese del settore turistico ricettivo e termale, compresi gli agriturismi e i campeggi.
  • Incrementato fino a un massimo di 231 milioni di euro il Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali e sale.
  • 335 milioni il Fondo emergenze cinema, spettacolo e audiovisivo.
  • 90 milioni di euro ai musei statali.

Rateizzazione tasse 2020

Ti segnalo le nuove procedure di rateizzazione e riprogrammazione delle scadenze relative ai versamenti tributari e contributivi sospesi nella fase di emergenza.

Una scelta questa finalizzata a sostenere le famiglie con problemi di liquidità.

rateizzazione-tasse-2020

Più specificamente sono interessate da questi provvedimenti:

  • i versamenti sospesi nei mesi di marzo, aprile e maggio: il 50% del totale potrà essere versato, senza applicazione di sanzioni o interessi, in un’unica soluzione entro il 16 settembre 2020 o mediante rateizzazione (fino a 4 rate mensili di pari importo) con il pagamento della prima rata entro il 16 settembre. Il restante 50% può essere corrisposto, senza sanzioni e interessi, con una rateizzazione per un massimo di 24 rate mensili di pari importo.
  • spostata dal 31 agosto al 15 ottobre 2020 la data finale della sospensione dei termini dei versamenti da cartelle di pagamento e dagli avvisi esecutivi sulle entrate tributarie.
  • proroga anche per l’esonero dal pagamento della Tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP) e del Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP) al 31 dicembre 2020 per le attività di ristorazione, gravemente danneggiate dall’emergenza epidemiologica.

Confesso che non è stato semplice sintetizzare tutti gli aspetti del DPCM di agosto ancora in fase di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale ma spero ti possa esserti stata d’aiuto.

Puoi leggere qui il comunicato stampa del Consiglio dei Ministri.

Lavoro con Stile seguirà gli sviluppi e come sempre ti terrà aggiornato.

Hai voglia di confrontarti sul tema scrivimi nei commenti.

Annuncio pubblicitario

A proposito Dell'autore

Claudia Campisi

Claudia, 37 anni. Psicologa, Career Coach & Hr specializzata nei settori Moda & ICT. Inevitabilmente Blogger, appassionata di lettura e alla costante ricerca di nuovi tools digitali da provare e condividere…meglio se a costo zero. Mamma di due splendidi bambini e un Beagle...in arrivo anche il secondo. Il mio motto non può che essere Smile is Chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

WhatsApp Chatta con Claudia