Community Manager Tour fa tappa a Verona

Community Manager Tour fa tappa a Verona

Presentazione del libro e incontro con Osvaldo Danzi

Lo scorso 17 Dicembre il Community Manager Tour ha fatto tappa a Verona per incontrare Osvaldo Danzi e presentare il libro di cui è coautore insieme a Giovanni Re.

L’incontro,che si è tenuto presso la biblioteca Mario Franzosi di Villafranca di Verona, è stato accolto con interesse da un pubblico eterogeneo. Condividerò con te i contenuti più belli attraverso le domande che ho rivolto io stessa all’Autore.

Quando si può parlare di community

Dopo una mia breve presentazione, in qualità di padrona di casa e l’introduzione di Osvaldo, ho aperto il confronto iniziando con la mia prima domanda.

Quando si può parlare di community?

Dopo una mia breve presentazione, in qualità di padrona di casa e l’introduzione di Osvaldo, ho aperto il confronto iniziando con la mia prima domanda.

Quando si può parlare di community?

Nello stesso momento in cui un gruppo di persone si riconosce in un insieme di valori, obiettivi e vi partecipa per il loro raggiungimento.
Ecco perché ne esistono di svariate tipologie.

Ma quali riescono a rimanere unite e a svilupparsi nel tempo?

L’Autore ci ha raccontato di FiordiRisorse e di altre realtà presenti sul libro alcune delle quali da professionista ha contribuito a creare.
In definitiva i fattori determinanti possono essere numerosi.
Molti dipendono sicuramente dai valori individuati nella fase costitutiva e dall’impegno personale del leader e di quanto investe ogni suo singolo componente.

Ti segnalo la possibilità di entrare a far parte di FiordiRisorse aderendo all’associazione e partecipando ai prossimi eventi del 2020.

Ti segnalo la possibilità di entrare a far parte di FiordiRisorse aderendo all’associazione e partecipando ai prossimi eventi del 2020.

Le competenze richieste a un community manager

In più passaggi sul testo è possibile ravvisare indicazioni, strumenti, operatività e non ultimo è stato inserito un decalogo. Ma cosa fa davvero la differenza Osvaldo ce lo spiega raccontandoci la sua esperienza diretta alla guida di FiordiRisorse. Aneddoti, scelte vincenti e criticità proposte con maturità e consapevolezza, ma soprattutto riconoscenza nei confronti di chi nel tempo ha donato energie, risorse e motivazione a un progetto in continuo divenire.
È stato utile apprendere il dietro le quinte di una community attiva e presente a livello nazionale. Non sono mancati suggerimenti su App e strumenti utili per organizzare contenuti, eventi e valorizzare ogni singolo contributo.
Il dibattito si è animato in sala quando si è cercato di approfondire i tratti caratteriali di un buon community manager.

Gli ingredienti di successo:
– Capacità di accogliere e ascoltare
– Abilità nella gestione delle dinamiche proprie di un gruppo e moderare laddove serva eventuali situazioni di conflitto spesso legate a fraintendimenti
– Gestione del tempo
– Curiosità e apertura

E aggiungerei anche il riuscire a delegare pian pianino parte delle attività.

Che relazione c’è tra l’attività di networking e le community

Sviluppare un network può comprendere anche la partecipazione attiva alle iniziative di una community.
L’atteggiamento più funzionale che può portare a risultati tangibili nel tempo è quello improntato al dono e alla reciprocità.
Partecipare, dunque, senza l’aspettativa o in alcuni casi, la pretesa di avere qualcosa in cambio.
Probabilmente sono le attese sovradimensionate alla base del naturale turnover all’interno dei gruppi online ma anche offline.

Leggere un testo e potersi confrontare con chi l’ha scritto e arricchirlo di esperienze personali è un’opportunità che ti auguro e per quanto mi riguarda assolutamente da ripetere.
Non perdere i prossimi appuntamenti su Verona con nuovi testi e autori pronti a raccontarsi.

Seguimi su www.LavoroconStile.it e sui social.

Annuncio pubblicitario

A proposito Dell'autore

Claudia Campisi

Claudia, 36 anni. Psicologa, Career Coach & Hr specializzata nel settore della Moda. Inevitabilmente Blogger, appassionata di lettura e alla costante ricerca di nuovi tools digitali da provare e condividere…meglio se a costo zero. Mamma di due splendidi bambini e un Beagle. Il mio motto non può che essere Smile is Chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

WhatsApp Chatta con Claudia