Cerco lavoro, chiamo un’azienda

Cerco lavoro, chiamo un’azienda

Candidatura spontanea…fatti conoscere dalle Aziende

Se il tuo obiettivo finale è andare a lavorare per un’azienda perchè non dovresti ricercare un contatto diretto?
In un altro articolo, “A chi rivolgersi se cerchi lavoro“, ti ho parlato degli interlocuori da privilegiare in prima battuta dal momento che si occupano dell’incrocio domanda-offerta.

Adesso sei pronto e hai deciso di farti conoscere e proporti all’azienda sotto casa, che ami, o che sta semplicemente ricercando del personale.
Sono convinta che sia un’ottima idea.

Adesso sei pronto e hai deciso di farti conoscere e proporti all’azienda sotto casa, che ami, o che sta semplicemente ricercando del personale.
Sono convinta che sia un’ottima idea.

Tra le tue attività di ricerca attiva del lavoro è arrivato il momento di inserire anche l’approccio diretto alle aziende.
Inizia scegliendone alcune, 15 per cominciare!

Preparati al meglio

Visita i loro portali aziendali e le pagine dedicare alle selezioni attive. Cerca di apprendere quante più informazioni possibili sulla loro realtà.
Sarebbe davvero molto utile raccogliere altri dati attraverso una telefonata…che ne pensi? Assolutamente.

Ecco alcune indicazioni per gestire l’aggancio telefonico

Presentati in modo trasparente e diretto (Sono Pippo…)
– Vai subito al dunque (mi farebbe piacere poter segnalare il mio profilo professionale al vostro ufficio del personale potrebbe essere così gentile da spiegarmi quale modalità preferite?)
– Continua con altre domande (in questo periodo che lei sappia ci sono delle posizioni aperte, vi avvalete di società esterne e se sì quali);
Ringrazia e prepara subito la tua mail!

Telefonata

Hai superato i filtri e ti stanno per passare qualcuno dall’ufficio del personale. Non te lo aspettavi, io, invece, sì!
E ora che dico? Il genio della lampada di Aladdin ti direbbe “sii te stesso!” anche io ma aggiungo “…con obiettivi chiari, sinteticità e un adeguato controllo delle emozioni”.

Hai superato i filtri e ti stanno per passare qualcuno dall’ufficio del personale. Non te lo aspettavi, io, invece, sì!
E ora che dico? Il genio della lampada di Aladdin ti direbbe “sii te stesso!” anche io ma aggiungo “…con obiettivi chiari, sinteticità e un adeguato controllo delle emozioni”.

Ti chiedo troppo? Sì, ma ti aiuto!

– Ricordati di presentarti (nome e cognome);
– Ringraziare per il tempo e l’attenzione dedicata;
– Esprimi subito un apprenzamento sull’azienda e il cosa te la rende appetibile (evita il dettaglio de “è sotto casa”, lo sottolinerai in una fase successiva dove potrebbe essere un aspetto di valore);
– Fai alcune domande generiche sul loro iter selettivo, chiedi delle loro stagionalità, se gestiscono il processo di selezione internamente o si rivolgono a terzi;
– Ringrazia e anticipa verbalmente che procederai con un invio o registrazione del tuo profilo sul portale.

Spero che tu sia stato nei tempi, cerca di rimanere sui 3 minuti al massimo. Guida tu il tuo interlocutore alla conclusione dal momento che comprendi quanto sia impegnato e hai apprezzato la disponibilità nei tuoi confronti.

Una buona prima impressione al telefono può spianarti la strada al colloquio!

A proposito Dell'autore

Claudia Campisi

Claudia, 36 anni. Psicologa, Career Coach & Hr specializzata nel settore della Moda. Inevitabilmente Blogger, appassionata di lettura e alla costante ricerca di nuovi tools digitali da provare e condividere…meglio se a costo zero. Mamma di due splendidi bambini e un Beagle. Il mio motto non può che essere Smile is Chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweets Recenti

WhatsApp Chatta con Claudia